A PROPOSITO DI GREEN WASHING: UN PRIMO CRITERIO PERCHE’ NON SIA SOLO MARKETING.

Fare marketing rimanendo brave persone? Questo è il titolo di un libro (Fare marketing rimanendo brave persone, di Giuseppe Morici, Feltrinelli) a cui io ho aggiunto la provocazione di un punto interrogativo. Perchè va bene: il marketing è anche narrazione. Ma non tutte le narrazioni sono valide e accettabili, soprattutto quando sono autoreferenziali e non verificabili. Senza inerpicarci in un dibattito sulla deontologia ed etica del marketing  cerchiamo di fare chiarezza su almeno un criterio discriminante di cosa vuol dire “verniciare di verde” le attività di un’impresa. Il termine greenwashing è saltato fuori l’altro giorno in una riunione con i legali con i quali ci si confrontava sui concetti di Bilancio di Sostenibilità e di Responsabilità Sociale d’Impresa. Bisogna partire da qui ...

Continue Reading

RNG, Renewable Gas Natural, è la Next Big Thing nell’energia pulita. Senza punti interrogativi.

Bisogna cominciare a togliere i punti interrogativi quando si parla dei vettori energetici del futuro. Vi segnalo un bell’articolo recente su YaleEnvironment360, la rivista on-line della Yale School of Forestry&Environmental Studies, dal titolo “Could Renewable Natural Gas Be the Next Big Thing in Green Energy?” Ma togliamo questo punto interrogativo dal titolo. E non parliamo più di “una scommessa”. Coraggio. Il Gas Naturale è l’energia del futuro PERIOD, per dirla in inglese. E il Gas Naturale Rinnovabile lo è a maggior ragione. L’articolo cita varie fonti, tra cui il report del 2014 “Biogas Opportunities Roadmap” prodotto dalla U.S. Environmental Protection Agency nel quale si ipotizza che gli Stati Uniti potrebbero sostenere la conversione di almeno 13.000 impianti di biogas agricolo i quali ...

Continue Reading

BIOMETANO E FORSU: UNA RIFLESSIONE A PARTIRE DAI NUMERI

Il grande cambiamento negli scenari energetici nazionali, l’unico, vero possibile cambiamento per un Paese che ha pochissimi giacimenti di combustibili fossili, si chiama biometano, un metano di matrice biogenica, derivante dal processo di upgrading di biogas da digestione anaerobica. Il biometano si inserisce a pieno titolo, con un ruolo determinante, nello schema concettuale dell’economia circolare e quindi in uno schema di sostenibilità ambientale, come vettore energetico pulito. E’ evidente che la sostenibilità ambientale non è sufficiente per attivare un cambiamento: è altresì necessaria la sostenibilità economica del modello di business. Rimandando ad altra sede l’analisi della sostenibilità economica e della redditività degli impianti di produzione, è nostro interesse, invece, in questa sede, comprendere se i fondamentali del mercato, domanda/offerta, drivers di sviluppo, ...

Continue Reading

Non parliamo di futuro. La transizione energetica è…ora.

A margine dell’EY Energy Forum 2019 C’è una bellissima raccolta di racconti di Raymond Carver dal titolo: Cosa parliamo quando parliamo d’amore. Ma quando noi parliamo (il "discorso pubblico" attraverso incontri istituzionali, convegni,seminari) di ambiente, energia, sostenibilità, transizione energetica, economia circolare, decliniamo i tempi dell’azione al futuro o al presente? Ieri ero all’EY Energy Forum, organizzato da Ernst&Young, in un magnifico posto (molto green) sulle colline bolognesi, e tra tutti gli interventi mi è rimasta in mente questa frase, di Francesco Gattei, Vice President ENI, “Non stiamo parlando di futuro ma di presente” riferendosi a ciò che le aziende stanno facendo per l’ambiente, in primis per ridurre le emissioni di CO2, la decarbonizzazione, e andare verso un modello di economia circolare. Quando ...

Continue Reading

bioCH4: GAS PULITO DALL’AGRICOLTURA ITALIANA

Secondo i dati del Consorzio Italiano Biogas, aggiornati a marzo 2019, in Italia sono operativi 1200 impianti di biogas che, tramite cogenerazione, immettono energia elettrica nella rete nazionale e producono calore utilizzando matrici agricole e reflui zootecnici. Il “decreto biometano” del 2 marzo 2018, supportato da un fondo incentivi di 4,7 miliardi di euro, ha posto le basi per lo sviluppo di nuovi impianti di digestione anaerobica, incoraggiando allo stesso tempo la riconversione totale o parziale degli impianti di cogenerazione a biogas esistenti per la produzione di biometano. Se prima di questa data gli incentivi erano dedicati alla produzione di energia elettrica, in questo caso si valorizza la molecola di gas metano rinnovabile, un vettore di energia versatile, programmabile, sostenibile. Le caratteristiche ...

Continue Reading

UN SEGNALE POSITIVO: LA REGIONE LOMBARDIA PER IL BIOMETANO

Ci sono segnali che bisogna cogliere: la Regione Lombardia parla di impianti a biometano in termini espressamente positivi. E non all’ennesimo convegno sull’economia circolare ma in un documento ufficiale, in una risposta scritta sulle “limitazioni alla localizzazione di impianti di trattamento FORSU in aree ad elevata valenza agricola”. L’Assessore all’Ambiente e Clima Raffaele Cattaneo a proposito della tutela del suolo agricolo esplicita il concetto che “l’esclusione degli impianti di compostaggio e di digestione anaerobica dall’ambito di applicazione di tale criterio è motivata dalla circostanza oggettiva che l’attività di recupero posta in essere da tali impianti (comunque fondamentale in un’ottica di economia circolare e recupero dei rifiuti) è strettamente connessa con il mondo agricolo, in quanto ha come scopo la produzione ...

Continue Reading